General Electric XM188 cannon

Era un po’ che volevo scrivere due righe sull’XM188. Sfortunatamente la documentazione su questa specifica arma e’ parecchio scarsa, ragion per cui dovrete accontentarvi di informazioni molto generiche🙂

L’XM188 e’ un’arma piuttosto oscura. La sua relativa notorieta’ fra gli studiosi di armamenti e’ unicamente legata al fatto che essa fu selezionata per equipaggiare il Bell YAH-63 (Model 409), un elicottero d’attacco sperimentale realizzato per rispondere alle specifiche del programma Advanced Attack Helicopter indetto dall’Esercito Statunitense  nel 1972 (poi vinto dalla Hughes con il suo YAH-64 Apache, NdR).

Lo sviluppo dell’XM188 ebbe inizio nel 1966 su iniziativa privata della General Electric, che proprio nello stesso anno decise di proporlo all’US Army senza peraltro aver ricevuto alcuna sollecitazione da parte di quest’ultimo. I test condotti dalla casa madre e dall’esercito furono molto soddisfacenti, tanto che in termini di affidabilita’ venne giudicata superiore al modello M61A1 Vulcan da 20mm (da cui peraltro derivava). Tali risultati furono ottenuti in gran parte grazie ad una riduzione del numero di parti in movimento, alla riprogettazione di alcune componenti chiave (come il sistema di chiusura) e infine abbassando la cadenza di tiro ciclica. Il puntamento dell’arma avveniva attraverso un sistema di mira stabilizzato asservito ad un computer (Automatic Targeting Device) che calcolava gittata, velocita’ e dispersione al fine di incrementare le probabilita’ di colpire il bersaglio.

Relativamente leggero e micidiale, l’XM188 viene oggi considerato come uno dei primi cannoncini espressamente concepiti per l’impiego a bordo di elicotteri. Purtroppo a seguito della vittoria dell’YAH-64 Apache (armato con il Chain Gun M230 della Hughes) l’interesse dell’XM188 venne improvvisamente meno, e di li a poco quest’arma spari’ anche dal catalogo della Armament Division della General Electric.

L’unica munizione live disponibile per quest’arma era la XM552 High Explosive Dual Purpose (HEDP) 30x100mm, anche nota come WECOM-30. La testata HEDP aveva una duplice funzionalita’: perforante e antipersonale. Qui sotto uno spaccato della suddetta munizione.

Vi era poi una seconda munizione, da esercitazione e dunque di tipo inerte: la XM639.

Ecco le caratteristiche salienti dell’XM188

Calibro: 30mm
Munizione primaria: XM552 HEDP calibro 30x100mm
Numero canne: 3
Raffreddamento: ad aria
Velocita’ alla bocca: 670 m/sec
Cadenza di tiro: 2000 colpi al minuto
Funzionamento: tipo gatling a canne rotanti mosse da un motore elettrico
Sistema di caricamento: elettro-meccanico
Meccanismo d’innesco: a percussione
Lunghezza: 147 cm
Larghezza: 33 cm
Altezza: 15cm
Lunghezza canna: 106 cm
Peso: 68 kg

XM188 montato sulla chin turret di un YAH-63. Notare il primo modello di volata.

Un paio di immagini del Bell YAH-63

Una Risposta

  1. Pingback: Choose Your Fave Gun | SOBCHAK SECURITY - est. 2005

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...