Articoli con tag “m16

Le Ultime Parole Famose (was: The M16 Saga, 1963)

armalite2

Sunday Republican (Massachusetts)
Domenica, 28 Gennaio 1963

LA NUOVA ARMA CALIFORNIANA NON E’ UNA MINACCIA PER L’ARSENALE

Nuovo fucile militare designato quale possibile successore dell’M14

L’apparizione di un nuovo fucile militare, apparentemente simile all’M14 e realizzato da una societa’ californiana, non ha avuto alcun impatto negativo sulla produzione di quest’ultimo presso l’Arsenale di Springfield –  ha dichiarato domenica scorsa un ufficiale dell’esercito interpellato dal Republican.

Secondo un report form, la Armalite, Inc. avrebbe intavolato negoziazioni per vendere il suo AR-15 – questo è il nome dell’arma – a quattro paesi stranieri. Il report indica che l’AR-15 potrebbe “concepibilmente” rimpiazzare l’M14 quale nuovo fucile standard delle forze armate statunitensi. Il Tenente Colonnello Vincent Rasper, comandante dell’Arsenale di Springfield, ha tuttavia riferito che l’M14 e’ ancora l’arma ufficiale e che l’AR-15 non ha alterato la produzione del primo.

L’M14, sviluppato alla Springfield, e’ attualmente costruito su larga scala da tre societa’ private, fatta eccezione per alcuni piccoli lotti pilota realizzati dall’Arsenale.

Il Colonnello Rasper ha fatto presente che il governo ha gia’ valutato il nuovo fucile, trovandolo pero’ inferiore all’M14. Egli ha poi  aggiunto che le negoziazioni della Armalite con altri paesi non hanno alterato le posizioni del governo. In merito alle voci sulla possibile dismissione dell’M14, Rasper ha infine dichiarato che sebbene la produzione dell’Arsenale si stia avviando al termine, esso continuera’ ad essere prodotto da societa’ private ancora per qualche tempo.

NOTE MIE: la produzione dell’M14 cessera’ appena un anno dopo la pubblicazione di questo articolo, mentre l’AR-15 verra’, sempre nel 1964, designato M16 e adottato dall’U.S. Army in sostituzione dello stesso M14. Per quanto riguarda invece l’Arsenale di Springfield, esso chiudura’ per sempre i battenti nel 1968 per mano del Segretario alla Difesa Robert McNamara.

rasper

Il Ten Col Vincent Rasper (Ordnance Corps), capo dell’Arsenale
di Springfield in una foto dell’Ottobre 1962.

saasasa


Dalla Clava all’M16: l’arma individuale del guerriero Nordamericano

clava


[Ads] M16A1 (France, 1976-78)

m16france

m16france2Pubblicita’ francesi anni settanta del Black Rifle


Mikhail Timofeyevich Kalashnikov (1919-2013)

kalastoner

Probabilmente ora sono entrambi lassu’ a discutere di sistemi di chiusura e di balistica terminale 🙂
(Eugene Stoner, progettista dell’M16, con Mikhail Kalashnikov durante un incontro avvenuto nel 1990)


5.56 vs 5.45 – Mezzo secolo dopo

556vs545_world

[ CLICK TO ENLARGE ]

La situazione mondiale a 50 anni dall’apparizione del 5.56×45 statunitense e a 40 anni dal 5.45×39 sovietico russo.

NB: nella mappa ho contato solo i paesi che hanno adottato armi individuali in uno dei due summenzionati calibri per la distribuzione alle intere forze armate, oppure ad almeno una forza armata o un corpo consistente (brigata o divisione) formato da truppe regolari. Ho volutamente escluso i piccoli lotti distribuiti a Special Forces o corpi d’elite (fino a livello di battaglione).

I paesi lasciati in bianco adottano in gran parte fucili d’ordinanza in 7,62x39mm oppure – piu’ raramente – in 7,62 NATO (FN FAL e G3 sopratutto). La Cina, per esempio, e’ per lo piu’ armata con fucili della famiglia Kalashnikov in 7,62×39. Tuttavia, da qualche tempo a questa parte sempre piu’ reparti si stanno riequipaggiando con un nuovo fucile indigeno, il QBZ-95, camerato per la cartuccia 5,8×42, anch’essa indigena. E’ probabile che un giorno il 5.8 soppianti interamente il 7,62×39. Staremo a vedere.

Per ora e’ tutto. Se avete qualche correzione da fare o suggerimento da segnalare, fatemi sapere.

PS: vi lascio il divertimento di scoprire da voi il nome dei paesi piu’ in culo al mondo 😀


Feeding the M60’s

Questa immagine va a ricollegarsi al post precedente (Feeding the Minigun).

7 Febbraio 1968, Offensiva del Tet – Prima di adottare la Minigun, l’US Army sui suoi Huey Gunships montava il sottosistema M16 (da non confondere con l’omonimo fucile d’assalto!), basato su quattro mitragliatrici M60C, tutte puntate in caccia, piu’ due lanciarazzi M157. Nella foto, l’SP5 Thomas J. Powell carica i nastri di munizioni alle due M60 di destra. L’elicottero apparteneva al 4th Platoon (Razorbacks), 120th Assault Helicopter Company (AHC), 210th Aviation Battalion, 12th Aviation Group, 1st Aviation Brigade, unita’ stanziata alla base aerea di Tan Son Nhut, vicino Saigon. Quel giorno la 120th AHC fu chiamata a fornire supporto di fuoco sopra Cholon, un quartiere di Saigon dove si trovavano sacche di resistenza Vietcong. (Photo: US Army/NARA)


Bullet Laden

Bullet Laden era il soprannome di questa ragazzina soldato appartenente all’Esercito Cambogiano. La foto, dell’Agenzia Associated Press, fu scattata nel Novembre 1972 durante un’operazione sulla Route 4, a Sud-Ovest di Phnom Penh, in Cambogia. Notare l’M16A1, il cospicuo carico di munizioni… e lo sguardo esausto. Chissa’ che fine avra’ fatto…