Articoli con tag “us army

[Article] I Sabre dello U.S. Army

Le insegne dell’esercito USA non si sono viste solo sui c.d. “small-scaled Sabre” (aka G.91R), ma anche sui Sabre veri e propri! Questo articolo, tratto dalla rivista modellistica Canadese “RT” (Vol. 15, No. 1, 1982), esamina i QF-86 un tempo impiegati dagli U.S. Army nel ruolo di droni.


[Art] Grumman OV-1D Mohawk

mohawkbig

[ CLICK TO ENLARGE ]

Bellissimo disegno di un OV-1D US Army ultimo periodo tratto dalla pubblicazione a fascicoli “Combat Aircraft” (De Agostini).


[Profile] US Army T-6D Texan II

T6DarmyL’ultimo acquisto dell’aviazione dell’US Army. Una manciata di queste macchine e’ stata acquistata per soppiantare i vecchi T-34 Turbo Mentor in servizio al Redstone Test Center, in Ala-cazzo-Bama. L’esemplare che ho disegnato raffigura  il primo consegnato nel giugno scorso.


[Article] The Army VTOL Surveillance Aircraft Program

avtol

Articolo di sei pagine di G.I Schuck e J. Beebe (Army Materiel Command) pubblicato dalla Society of Automotive Engineers, Inc.

PDF / 826 kb

[ DOWNLOAD ]


Psychedelic gun-toting Phrawg

In passato vi avevo gia’ parlato del curioso rapporto fra l’ala rotante e il regno animale, ed in particolare ai famigerati casi di FOD (Foreign Object Damage).

Bene. Dopo gufi, cani e gatti, ora tocca agli anfibi!

Guardate un po’ cosa ha trovato l’armiere specialista Burns (10th Combat Aviation Brigade, US Army) appisolato sopra al cannone automatico M230 Chain Gun di un AH-64 Apache:

frogapache

La foto e’ stata scattata lo scorso giugno durante un’ispezione di routine al campo di aviazione di Fort Drum (New York), base che ospita la 10th Mountain Division e la relativa Combat Aviation Brigade.

L’autore della foto ha poi spiegato:

Found this lil guy hanging out on the cradle of a 30mm when doing an inspection. He was still and not responsive to movement or noise, but breathing. My conclusion: he decided to take a flight and had PTSD from being thousands of feet up. Thought I’d share.

 LOL. Si spera solo che il gunner non abbia fatto fuoco! 🙂

Ora vi mostro meglio in quale parte del cannone si trovava la ranocchia:

pertugiorana

Si, esatto, proprio dove si trova il cerchietto rosso.

Chissa’ se il soldato Burns ha provato a leccare il dorso. Presente i Simpsons?

Bon, saluti estivi a tutti… e occhio all’ipnorospo!

reverse-1232904062_hypno toad

(Credit photo 1: Nate Burns/Armament Dawgs)


OH-58D Combat Flight Hours Patches

Patches ufficiali della Bell Helicopter confezionate durante le Operazioni Enduring Freedom e Iraqi Freedom. La prima riporta sia le ore totali, sia quelle “combat”. L’ultima (750k) risale al 2012 e prende in esame le ore volate in combattimento fino al dicembre del precedente anno. Nel 2012 vengono sorpassate le 820.000 ore, ma ad oggi non mi risulta alcun patch rilasciata ufficialmente.

CFHPatches


Vietnam-era 1st Avn Bde SSI Box (1970)

1st

Negli anni ’60 e ’70 le patch ufficiali realizzate su contratti governativi venivano consegnate ai reparti USA in anonimi box di cartone. Questo in particolare conteneva 200 SSI (Shoulder Sleeve Insignia) “full color”  della 1st Aviation Brigade (US Army), un atipico comando che in Vietnam raggruppava e controllava tutti gli asset di aviazione al di fuori di quelli organici alle divisioni. Al suo picco la 1st Aviation Brigade, che era comandata da un Maggiore Generale, controllava oltre 4200 aeromobili ad ala rotante e ad ala fissa. Chiamarla brigata mi pare quindi riduttivo, anche considerando gli effettivi (24 mila).

NOTE SUI PREFISSI STAMPATI NELLA SCATOLA

FSN stava per “Federal Stock Number”, ossia il sistema di codifica federale composto da 11 cifre in uso dal 1955 al 1974. I primi quattro numeri identificavano la tipologia dell’articolo (Federal Supply Classification Group). “8455”, ad esempio, era “Badges and Insignia”. I successivi sette identificavano invece l’articolo nello specifico (Federal Item Identification Number).

DSA stava per “Defense Supply Agency”, ovvero l’agenzia logistica preposta ai rifornimenti delle forze armate statunitensi dal 1961 al 1977 (in realta’ entro’ in funzione solo nel 1962).

FULL COLOR E SUBDUED

Come molti di voi sapranno le SSI erano (e sono tuttora) di due tipi: “Full Color” e “Subdued”, queste ultime fabbricate in due soli colori (verde oliva e nero). Durante i primi anni del conflitto in Vietnam le “FC” venivano indossate sia sulle uniformi di servizio, sia su quelle da combattimento (compresi i corredi dei piloti). Dal biennio 1966-67, tuttavia, le “subdued” presero gradualmente il posto delle “FC”, sebbene bisognera’ aspettare fino al 1969-70 prima di vederle distribuite in modo diffuso. Andrebbe comunque detto che alcune unita’ continuarono a prescrivere le ISS Full Color, come ad esempio la 101st Airborne Division.

GOLDENHAWKS

subduedarmy

Esempi di ISS subdued della 1st Avn Bde.

a6d7c062de58ce372b73a0fe9fc9d1b6

Aviatore della 174th Assault Helicopter Company posa di fronte ad una gunship UH-1C. La 174th era una delle tante compagnie di aviazione controllate dalla 1st Aviation Brigade durante la Guerra del Vietnam  Soprannominata “Sharks and Dolphins”, questa unita’ era assegnata alla Divisione Americal.

Nell’US Army i piloti di aeromobile sono generalmente detti Aviatori (US Army Aviator), come peraltro nella US Navy (US Naval Aviator). Solo l’USAF li chiama piloti 🙂