Articoli con tag “humvee

L-ATV & M-ATV (was: le dimensioni contano)

matvlatv950

Per coloro che si volessero fare un’idea delle dimensioni dell’L-ATV (vincitore del programma JLTV e sostituto dell’Humvee protetto) contrapposto al suo fratello maggiore M-ATV, acquisito negli anni passati principalmente per il teatro Afghano. Il primo verra’ procurato in circa 54.000 esemplari, il secondo invece e’ stato sino ad ora prodotto in circa 10.000 unita’.

Altra immagine dei due veicoli fotografati assieme ad altri popolari mezzi della Oshkosh

matvlatv2

Qui invece le differenze fra un Up-Armored Humvee (UHA) e un M-ATV

humveematv

Infine una bella foto vintage

jeeps

[ CLICK TO ENLARGE ]

Veicoli 4×4 standard dell’US Army – 1940’s – 1980’s (Jeep MA, Jeep MB, Jeep M38, Jeep M38A1, Ford M151A1, Ford M151A2 e AM General Humvee)

 


I Caramba alla conquista di Ramadi

caravee

No, vabbeh, vedere quelle colonne di Humvee protette delle forze antiterrorismo irachene color blu notte per le strade di Ramadi (Iraq) mi ha fatto venir in mente la Benemerita 🙂

Cmq Forza Esercito Iracheno!


Stallion Ride

Slingload di un Humvee da parte di un CH-53 Super Stallion dell’US Marine Corps durante esercitazioni tenute alla Joint Base di McGuire-Dix-Lakehurst (New Jersey) il 10 Maggio 2012 (US Air Force photo).


IED: MRAP piu’ sicuri dell’M1 Abrams

Da National Defense Magazine di Settembre 2011:

MRAP has proven to be 10 times safer than Humvees against IED attacks like the one on Sampsell’s vehicle. According to the Defense Department, the casualty rate for an MRAP is 6 percent. In contrast, the casualty rate for a 70-ton M-1 Abrams main battle tank is about 15 percent. A Humvee’s is 22 percent.

Interessante, vero?

Il resto dell’articolo lo trovate QUI, e vi consiglio caldamente di leggerlo (sempre che siate interessati!) perche’ e’ uno dei migliori da me letti sull’argomento. L’autore, Davide Ake, e’ stato carrista di M1A1 nell’US Army dal 2001 al 2005, con un turno di servizio in Iraq nel mezzo.


Re-Up Bonus: U.S. Army and Marines see benefits in recapped Humvee

Articolo sul programma di ricapitalizzazione del parco veicoli di Army e Marine Corps. Da Defense Technology International di giugno 2011.


[Ad] JLTV Valanx


ARIS VAT – L’Humvee italiano

Qualcuno si ricorda di questo veicolo tattico progettato dalla A.R.I.S. ? Fu, nĂ© piĂą nĂ© meno, la risposta italiana all’Humvee americano.

L’apparizione dell’HMMWV (High Mobility Multi-purpose Wheeled Vehicle o Humvee) porto’ diversi costruttori a proporre modelli ispirati al famoso veicolo americano. I primi furono i giapponesi con il Toyota Mega Cruiser, seguiti dagli spagnoli con l’URO VAMTAC, che ricalcava ancor piu’ da vicino le linee del 4×4 USA.

Ad oggi vi sono non meno di 15 case che propongono mezzi ispirati all’Humvee.

Pochi pero’ sanno che anche l’Italia esordi’ con un fuoristrada dalle caratteristiche simili: il misconosciuto ARIS VAT o Veicolo Aris Tattico.

Il VAT nacque durante la seconda meta’ degli anni novanta nell’ufficio progetti della A.R.I.S. (Applicazioni Rielaborazioni Impianti Speciali), una piccola societa’ piemontese specializzata nella progettazione e costruzione di veicoli militari speciali.

Basato sullo chassis dell’autocarro svizzero Bucher Duro 4×4, il VAT era caratterizzato da una sovrastruttura modulare che garantiva al mezzo una completa configurabilita’, come si puo’ evincere dal disegno sottostante.

Il propulsore era un 6 cilindri VM turbodiesel intercooler da 150 hp, lievemente sottopotenziato se si tiene del conto del peso complessivo in ordine di marcia vicino alle 6 tonnellate (l’Humvee ha  motori di potenza eguale o superiore pur pesando meno della meta’). Le sospensioni erano del tipo De Dion (ben note agli alfisti!) ad assale rigido e stabilizzatore centrale. La trasmissione comprendeva un cambio automatico a quattro marce con convertitore di coppia e gruppo di rinvio a due velocita’, differenziali di tipo Torsen e pneumatici con quattro freni a disco ventilati e sistema centralizzato per regolare la pressione dal posto di guida. Come opzioni la casa offriva aria condizionata, verricello di recupero e kit di blindatura.

Purtroppo il VAT non ebbe alcun successo, ne’ in patria, ne’ fuori dai confini nazionali. Davvero un peccato perche’ si trattava di un mezzo dalle caratteristiche molto interessanti e per certi versi superiore alla concorrenza.

Tipo: veicolo tattico modulare 4×4
Costruttore: A.R.I.S. Applicazioni Rielaborazioni Impianti Speciali, Strada Cascina Bertola 10 10040 Lombardore (Torino) Italia
Propulsore: intercooler diesel da 147 hp con turbocompressore
Trasmissione: automatica a 4 rapporti (3 in avanti + 1 retromarcia)
Trazione: Integrale
Lunghezza: 508 cm
Larghezza: 199 cm
Peso in ordine di marcia: 5800 kg
Altezza: standard: 197 cm; minima per aviotrasporto: 144 cm
Altezza da terra: 48 cm
Passo: 323 cm
Angolo di attacco/d’uscita: 56°/41°
Pendenza massima: 80%
Capacita’ di guado: 80 cm
Portata massima: 2500 kg
Capacita’ di traino: 5000 kg