Modellismo alternativo

Oggi si potrebbe chiarmalo cosi’, ma 30-40-50 anni fa era la norma. Sto parlando di questa bellissima scatola di montaggio della Revell, che riproduce nell’essenza una delle prime centrali atomiche operative della Westinghouse.

Questo modello in scala venne introdotto nel mercato dalla Revell USA nel 1959 (box in alto), con una riedizione realizzata due anni piu’ tardi (box in basso).

Il kit conteneva tutto il necessario per riprodurre in scala 1/108 una centrale atomica, con tanto di reattore visibile, console room, generatore, trasformatore, traliccio, base, personale e furgone van della Dodge🙂

Per ridurre al minimo le operazioni di verniciatura, e aiutare cosi’ il modellista meno esperto, i vari pezzi contenuti nelle stampate erano forniti in differenti colori.

In quell’epoca non dovevi preoccuparti di cose come superdettagli, accessori after-market, fotoincisioni, resina e sarcazzi vari. Out-of-the-box e via andare. That’s the way!

In piu’, la Revell ebbe la geniale pensata di includere un piccolo ma interessante booklet educativo intitolato “A New World of Atomic Power“, scritto appositamente dal Dr. William E. Shoupp, l’allora direttore tecnico del Westinghouse Power Department, gia’ ex-capo ricercatore dei Dipartimento di Elettronica e Fisica Nucleare dei Westinghouse Research Laboratories. Shoupp fu anche una delle menti dietro al reattore del primo sottomarino atomico operativo, il mitico Nautilus della US Navy (1954).

Oggi probabilmente un prodotto simile non avrebbe mercato, pero’ fa piacere sapere che almeno all’epoca le case modellistiche mostravano un po’ di coraggio nella scelta dei soggetti da proporre al grande pubblico.

Il valore collezionistico del “Westinghouse Atomic Power Plant” e’ oggi e’ da considerarsi particolarmente elevato. Essendo molto raro, questo kit ha ormai raggiunto quotazioni da capogiro: dai 400 fino ai 1000-1200 dollari americani; a volte piu’. A quei prezzi pero’ pretendo di trovare anche le relative barre di uranio arricchito in miniatura!🙂

Si dice che gli iraniani si stiano affannando per accaparrarsi tutti i kit in circolazione. Per quali scopi poi non mi e’ dato sapere🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...