Bell RH-2, lo Huey con il cappello sulle ventitre

Nel corso di questi ultimi 60 anni i numerosi ed illustri membri della famiglia Huey sono stati spesso impiegati da forze armate e industria come base per collaudare gli equipaggiamenti piu’ disparati, dai missili controcarro ai turbogetti fino a sofisticati apparati ECM e radar. I piu’ famosi Huey radar-muniti sono probabilmente gli Agusta Bell AB 212 ASW antisommergibile della Marina Militare Italiana (vedi foto in basso).

ab212asw_it_7-07

Tuttavia il 212 ASW, sebbene introdotto circa 40 anni fa (1976), non fu il primo a sfoggiare il caratteristico “cappello” sopra l’abitacolo.

L’RH-2

Parlando di radar, non si puo’ non fare a meno di menzionare l’oscuro RH-2, che possiamo tranquillamente classificare come uno dei primissimi – se non il primo – Huey espressamente adibito alle ricerche e al collaudo di apparecchiature avioniche avanzate.

Come qualcuno di voi avra’ intuito, “RH” sta per “Research Helicopter“.

L’RH-2 nasce come Bell HU-1A-BF matricola 57-6096. Nello specifico si tratta dell’undicesimo HU-1A uscito dagli stabilimenti texani di Fort Worth, ossia un esemplare che faceva parte del primo originale lotto di Huey di serie realizzati per conto dell’U.S. Army e che comprendeva 9 macchine (matricole da 57-6095 a 6103).

Costruito nel 1958, l’RH-2 viene presto modificato per fungere da laboratorio volante e infine assegnato al collaudo di apparecchiature sperimentali nell’ambito di un programma joint conosciuto come ANIP (Army-Navy Instrumentation Program). Fra gli scopi di ANIP c’era quello di rendere fattibile e sicuro il volo ognitempo, cercando al tempo stesso di semplificare ai piloti la c.d. navigazione “alla cieca”.

Fra i primi apparati sperimentali testati a bordo dell’RH-2 abbiamo un ECS (Electronic Control System) e, soprattutto, un radar di navigazione monopulse Bendix a banda Ku ad alta risoluzione che consentiva ai piloti di individuare, grazie ad un display sul cockpit, gli ostacoli di fronte all’aeromobile. Cio’ avrebbe permesso all’equipaggio di volare in condizioni di scarsa visibilita’.

Un’immagine dell’RH-2 in volo. Notare il caratteristico radome radar.

rh2pic

L’RH-2 fu uno dei primi esempi di elicottero ognitempo (all-weather)
Photo: US Army Aviation Museum via Ray Wilhite

* * *

Di questo elicottero la stampa ne parla gia’ nel 1959, come si puo’ evincere da questo
ritaglio tratto dal numero di Agosto della nota rivista Popular Science:

rh2pic2

Un articolo tratto da Flying magazine del Settembre 1961

rh2pic3

Estratto da Flight Global del 24 Febbraio 1961

excerptfg

E infine un breve video ufficiale dell’US Army, sempre del 1961:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...