I “Master” del lanciagranate da 40mm

La storia del lanciagranate portatile da 40mm, oggi in dotazione a decine di eserciti in tutto il mondo, inizia nei primi anni 50, a seguito di una serie di studi e test su una nuova generazione di granate effettuati dell’Army Ballistics Research Laboratory e del Frankfurt Arsenal. L’idea era quella di equipaggiare le squadre di fanteria con un’arma in grado di soppiantare le vecchie granate da fucile, considerate assai poco pratiche e usuranti per l’arma che doveva lanciarle. Il LG da 40 avrebbe dovuto inoltre affiancare le tradizionali bombe a mano e fornire supporto di fuoco alle distanze d’ingaggio tipiche dei nuovi fucili automatici (100-300 metri).

Avviato nel 1955, il progetto dell’M79 venne presto approvato e nel giro di due anni l’arma fu classificata standard e prodotta in serie. L’Arsenale di Springfield, finito spesso sotto accusa per non essere in grado di stare al passo coi tempi e di essere troppo conservativo, si era preso la rivincita, contribuendo a realizzare una delle armi da fanteria piu’ innovative e al tempo stesso funzionali del XX secolo. Il Col. David Hackworth, sempre molto critico nei confronti del procurement militare, lo annovero’ fra i migliori equipaggiamenti della sua era, assieme alla leggendaria radio PRC-25.

Nella foto seguente vediamo le tre principali menti dietro ai lanciagranate da 40mm: da sinistra, David Katz, ingegnere progettista dell’M79; Charles Lanizzani (padre dell’AGL XM175) e infine Cyril Moore, capo del progetto M79. La foto fu scattata il 20 Ottobre 1960 in un locale dell’Arsenale di Springfield (Massachussetts).

grenademasters

fireholeFire in the hole!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...