Top Ten elicotteri militari in servizio attivo (2013)

heloactivefleet

La tabella che vedete elenca i primi dieci di modelli di elicottero in servizio attivo nel mondo. Le cifre sono tratte da World Air Forces 2013 pubblicato dalla rivista Flight Global in collaborazione con RUAG.

Perche’ questa classifica? Semplice: spesso ci vengono forniti i numeri relativi alla produzione annuale o complessiva, ma raramente si parla degli esemplari effettivamente in linea presso i vari eserciti sparsi per il mondo.

Secondo l’ultima edizione di World Air Forces, alla fine del 2012 risultavano in servizio nel mondo 18,686 elicotteri. Di questi, ben 12.634 sono finiti nella Top Ten che vedete in alto. Questa cifra corrisponde a circa al 67%, il che significa che i modelli sopra citati costituiscono i 2/3 dell’intera flotta globale. Per la cronaca, il rimanente 1/3 si compone di circa 6,052 macchine.

Black Hawk al primo posto?! L’avreste mai creduto? Io sinceramente no. Credevo che in cima al podio ci fosse l’Hip! Insomma, rimane pur sempre l’elicottero piu’ prodotto della storia. Comunque, dei circa 4000 esemplari di H-60 costruiti dal 1974, oggi ne rimangono in linea oltre 3.300, ossia quasi 1 elicottero militare su 5 in servizio oggi e’ un membro della famiglia Hawk.

Detto questo, la cosa forse piu’ “drammatica” e’ che si tratta in larga parte di mezzi in origine concepiti fra la meta’ degli anni cinquanta e la meta’ degli anni settanta🙂

Domande? Note? Correzioni? Fatemi sapere!

Cya.

PS: ho usato i nomi dei costruttori originali.

8 Risposte

  1. Ingraman

    Mi piace quando fai queste cose! Davvero! Lo Hip probabilmente vincerebbe con la somma di elicotteri attivi presso operatori civili e paramilitari (non credo siano compresi nel computo). E personalmente sono convinto che anche nel campo militare ce ne siano di più… Per il Black Hawk sarei curioso di sapere quanti dei 3.342 hanno insegne americane… il conto tiene presente anche quelli navali?
    E infine grande risultato per gli Huey monoturbina… GRANDI!

    novembre 30, 2013 alle 5:58 pm

    • Aleks

      Grazie anche a te Ingraman🙂

      Non so esattamente quanti Hip civili operino oggi, ma dubito siano moltissimi. Nel senso che l’Hip e’ si un magnifico elicottero, ma e’ anche grosso e pesante, e insomma non lo riesci a piazzare facilmente come un Ecureuil, un JetRanger o un AW139. Da quel che ne so viene usato sopratutto da compagnie cargo contractor per noleggi a governi o enti privati importanti

      Gli H-60 americani sono senza dubbio la maggioranza, anche perche’ le flotte elicotteri extra-usa non sono molto numerose se dobbiamo essere sinceri. Per dirti, il piu’ grande operatore e’ l’US Army Aviation che nel 2012 contava 1842 UH-60 e HH-60 (MEDEVAC). Cmq, i numeri includono tutti gli S-70 e H-60, inclusi quelli navali.

      dicembre 1, 2013 alle 4:37 pm

  2. Matteo Testa

    Fantastico lavoro!!!
    Una sola domanda, perche i 212/412 non sono conteggiati nella famiglia UH-1? Perchè in possesso di 2 turbine al posto della singola?
    A favore di questa domanda ricordo che il Bell212 è in servizio nel USMC come UH-1N, quindi in quale conteggio rientra?

    dicembre 1, 2013 alle 11:35 am

    • Aleks

      Ciao Matteo e grazie!

      Sugli Huey non so risponderti con esattezza. Forse hanno preferito conteggiare gli UH-1 ordinati dal dipartimento della difesa usa (quindi produzione militare interna e per export tipo Foreign Military Sales) separati dagli altri costruiti solo ed esclusivamente per i paesi extra USA. Negli Stati Uniti l’UH-1N fa ovviamente parte della famiglia UH-1, mentre il 212 e’ la generica designazione commerciale della Bell Helicopter, che come forse saprai non e’ stata adottata dal Pentagono.

      dicembre 1, 2013 alle 4:27 pm

  3. Ingraman

    In effetti qualche dubbio emerge… il Bell-412 ad esempio è ancora in catalogo ed in produzione. Una critica si potrebbe fare anche alla classificazione del Cobra… con la stragrande maggioranza della produzione incentrata sul mono-turbina iniziale. Allora anche TUTTA la discendenza Huey dovrebbe essere messa sotto un’unica voce (andando a sfiorare la posizione dell’Hip). Poi l’assenza del Puma / Super Puma / Cougar non sono sicuro sia corretta… potrebbe anche superare il Cobra.

    dicembre 1, 2013 alle 5:39 pm

    • Aleks

      Well, sulla classificazione dei vari Huey c’e’ sempre stato un acceso dibattito. Per alcuni, ad esempio, sarebbero veri Huey solo i 204 e 205 o gli UH-1 monoturbina. Altri ci infilano i 212, ma non i 412. Altri ancora nel calderone ci ficcano di tutto e dicchiu’, anche il Cobra (tant’e’ che i primi erano noti anche come HueyCobra)🙂

      Di 412 militari oggi se ne piazzano pochini. Il grosso e’ stato venduto negli anni 80 e 90. L’ultima variante e’ la 412EPI.

      L’attuale flotta “active” dei Cobra e’ oggi composta da (circa) meta’ monoturbina (AH-1S/T/P/F) e meta’ biturbina (AH-1J/T/W/Z ), questi ultimi, ricordo, sono in dotazione ad un grosso operatore, gli US Marines, piu’ Taiwan, Iran e Turchia.

      Sul Puma, i principali utenti sono l’ALAT Francese (una 90ina), Pakistan (25-30) e RAF (20-30). I restanti utenti hanno microflotte che vanno in media da 1 a 10 esemplari. Poca roba insomma. Fra l’altro molti li stanno radiando.

      Super Puma e Cougar saranno 180-200 esemplari max in servizio.

      Parlando di conteggi, sono in molti a farsi impressionare dal numero degli operatori (gli eserciti). Uno dice: appero’, quante belle bandierine! Poi pero’ vai a vedere nel dettaglio, e noti che tante forze armate hanno in servizio per modello 2, 5, 10 macchine al massimo. Ad esempio, tornando a Super Puma e Cougar, la Nigeria ne ha 5, l’Oman 2, la Corea del Sud 3, gli EAU 8, il Venezuela 10 e cosi’ via.

      Insomma ci sarebbe da discuterne🙂

      Ciao!

      dicembre 1, 2013 alle 7:44 pm

  4. Ingraman

    Beh, è vero. Però sommando le micro flotte! Scherzo ovviamente. Si tratta di poca differenza di “piazzamento”. I Cobra mono-turbina sono in calo (credo che Israele li abbia ormai radiati con gli ultimi tagli). Il grosso sono le flotte giapponesi e coreane. Credo che il Pakistan stia raccogliendo un po’ di “Modernized” in giro… almeno di sicuro quelli giordani.
    Guardando le cifre viene da se che comunque ci sia un discreto mercato potenziale…specie per la sostituzione dei vari Bell-205 (e in misura minore per i più vecchi Hip). Sarebbe bello piazzare un po’ di AW-149!

    dicembre 1, 2013 alle 11:13 pm

  5. ShadowRider

    I 17.000 Hip sono veramente un numero pazzesco, specie se paragonati ai ‘soli’ 16.000 Huey (che però è un mezzo molto più piccolo e semplice) ma a me impressionano anche i 2.300 Hind! So che molti erano prodotti per essere ‘donati’ a paesi amici dell’URSS, ma immaginarsene anche solo la metà spediti ad attaccare l’Europa occidentale, come in “Uragano Rosso”…

    dicembre 2, 2013 alle 10:38 am

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...