RIP Bill Gunston

p0121938

Con imperdonabile ritardo (purtroppo l’ho appreso solo ieri), annuncio con rammarico che lo scorso 1 Giugno si e’ spento a 86 anni lo stimato storico e giornalista aeronautico britannico Bill Gunston. Per noi amanti del mondo dell’aviazione, Bill rappresentava una vera e propria leggenda. Le sue capacita’ di divulgatore rimangono ancora oggi insuperate. Era fra i pochi del settore in grado di farsi comprendere dai neofiti, pur mantenendo un rigore e una precisione invidiabili. Estremamente prolifico, i suoi numerosi libri ed articoli hanno contribuito a ispirare e appassionare dio solo sa quanti giovani in tutto il mondo, me compreso ovviamente. A ben pensarci, l’impatto che le opere di Gunston hanno avuto nella diffusione della cultura aeronautica e’ difficilmente quantificabile.

Durante la sua lunga carriera Gunston seppe costruirsi una solida reputazione professionale e per tale ragione godeva di grande stima e rispetto non solo da parte di lettori e colleghi, ma anche di scienziati, accademici e persino delle industrie aeronautiche, che non mancavano mai di invitarlo a visitare stabilimenti e uffici di progettazione.

He was the fucking MAN.

bill1

Nato nel 1927, William Tudor Gunston si laurea presso le Universita’ di Durham e Londra. Dal 1945 al 1948 serve nella Royal Air Force come pilota e istruttore, volando fra gli altri sui Mosquito e i Vampire. Bibliofilo e appassionato fino al midollo di aviazione, Gunston entra nel mondo dell’editoria aeronautica nei primi anni cinquanta, scrivendo per la famosa rivista Flight (l’attuale Flight International), fino a diventarne direttore tecnico. Nel 1968 viene reclutato della prestigiosa casa editrice Jane’s, contribuendo sin dal principio alla stesura della celebre Jane’s All the World’s Aircraft. Nel 1995 viene  promosso a editore di Jane’s Aero-Engines, posizione che mantiene per ben dodici anni. La sua attivita’ di autore freelance comincia invece nel 1970.

bill2

Al suo attivo si annoverano qualcosa come 375 opere, molte delle quali di riferimento, come il celeberrimo The Cambridge Aerospace Dictionary, considerato uno dei piu’ importanti reference book del settore. Famoso era anche il suo Aircraft of the Soviet Union, pubblicato per la prima volta nel 1983 ed immediatamente diventato un bestseller. Molte delle sue opere furono edite dalla Salamander Books (oggi parte di Anova), con la quale strinse un lungo e proficuo sodalizio. Il suo ultimo lavoro e’ stato Airbus: The Complete Story, pubblicato appena tre anni fa. Oltre che per la divulgazione e la letteratura aeronautica, Gunston fu celebre anche per aver preso parte a non meno di 600 trasmissioni radiofoniche e televisive, spesso in qualita’ di consulente ed esperto.

Gunston e’ stato due volte Presidente del Circle of Aviation Writers, socio della Royal Aeronautical Society e dal 1996 anche ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico.

Che la terra ti sia lieve, Bill. Ci mancherai.
Aleks

2 Risposte

  1. MiB

    ho alcuni suoi libri, l’ho sempre apprezzato moltissimo! RIP😦

    luglio 24, 2013 alle 11:32 am

    • Aleks

      Se sei patito di aviazione e hai almeno 30 anni, non puoi non conoscerlo🙂

      luglio 25, 2013 alle 4:57 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...