I Monopodi del Cobra

n209j

Non molti lo sanno, ma il primo prototipo dell’elegante Bell Cobra (matricola N209J) era equipaggiato con pattini retrattili ad azionamento idraulico. Va subito fatto notare che da un punto di vista prettamente aerodinamico i benefici erano quasi inavvertibili. La Bell Helicopter li installo’ unicamente per dare al Cobra un aspetto piu’ futuristico, rendendolo cosi’ piu’ appetibile ai potenziali clienti.

Marketing dite? Proprio cosi’.

Tale soluzione presentava pero’ alcuni svantaggi, di cui uno legato alla sicurezza. Se il meccanismo di retrazione si fosse guastato in volo, il Cobra non avrebbe avuto modo di atterrare “di panza” senza finire ribaltato su di un lato. Dobbiamo infatti tenere presente che la fusoliera era larga appena 96 cm per una lunghezza complessiva pari a 13,5 metri (di cui meno della meta’ della superficie inferiore avrebbe effettivamente poggiato sul suolo). In soldoni, significa che lo Snake rendeva gli atterraggi d’emergenza senza pattini molto rischiosi. Tale inconveniente era poi accentuato dal fatto che questo modello aveva un baricentro (centro di gravita’) piuttosto elevato.

redskid1

Come misura precauzionale, alle estremita’ di ognuna delle due alette per i carichi bellici (stub wings) era installato un monopode metallico ad estensione manuale. In caso di problemi al meccanismo di retrazione, il pilota avrebbe dovuto tenere l’elicottero in hovering ad altezza d’uomo, ed attendere che il personale di terra tirasse fuori i due monopodi che avrebbero aiutato a stabilizzare l’elicottero sull’area d’atterraggio (vedi disegni e foto in alto e in basso).

skidsemergency

Il monopode d’emergenza nella Stub Wing di destra del N209J
(Photos courtesy of Ray/Rotorwash)

retskids2

L’Esercito USA rimase ben poco impressionato da questa soluzione e di conseguenza chiese alla Bell Helicopter di montare sugli AH-1G di produzione dei piu’ sicuri, semplici (ed economici!) pattini fissi, che fra l’altro occupavano prezioso spazio interno ed erano piu’ suscettibili al fuoco di terra. Infine, a qualcuno venne in mente che in condizioni di stress un pilota poco esperto e abituato a volare con macchine dotate di carrello o pattini fissi, si sarebbe potuto dimenticare di azionare il meccanismo di retrazione (con tutte le ovvie conseguenze del caso).

Insomma, viva la filosofia K.I.S.S. (Keep It Simple Stupid!)🙂

See ya!

n209jskids

Altra immagine dell’N209J. Notare il dettaglio dei pattini retrattili, della torretta monoarma con il prototipo della mitragliatrice XM134 Minigun e infine dello scomparto interno per le munizioni calibro 7,62 NATO. (Photo: US Army Aviation Museum)

cobrafront

Vista frontale del Bell Cobra N209J. L’N209J e’ oggi conservato presso il museo della US Army Aviation in Alabama
(Photo US Army Aviation Museum)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...