Foto del P-40 Britannico scoperto nel deserto del Sahara – UPDATES

Alcune foto in alta risoluzione del Curtiss Kittyhawk Mk.I (P-40E) della Royal Air Force recentemente ritrovato da un operaio petrolifero polacco (tal Jakub Perka) nel deserto dell’Egitto occidentale, a circa 100 km a Ovest della Depressione di Farafra e l’Oasi di Qasr Farafra. Il relitto, come potete vedere dalle immagini sottostanti, e’ in condizioni molto buone considerando che e’ rimasto per ben 70 anni all’aperto. Tutto e’ rimasto intatto come allora (o quasi): Allison V12, radio, strumentazione, piu’ le sei mitragliatrici Browning e persino le relative munizioni calibro 0.50. La cattiva notizia e’ che per settimane il povero warbird e’ rimasto in balia di turisti e curiosi che l’avrebbero depredato e danneggiato. Non si conoscono le attuali condizioni in quanto le immagini sono state scattate il 29 Marzo scorso. Tre giorni fa Perka nel suo canale YouTube faceva pero’ sapere allarmato:

I am very sorry but I can’t do anything – I can’t secure this plane. plane from the beginning should be immediately secured and taken to safety place. I think the locals or tourists destroy the plane. From time to time I and my friends trying control the status of airplane. From week to week is getting worse! alas! I informed some time ago the RAF museum in the UK.

Secondo alcuni esperti il Kittyhawk in questione sarebbe appartenuto all’allora 24enne Flt. Sgt Dennis Copping, sottufficiale pilota assegnato al 260 Squadron della RAF. Il 28 Giugno 1942 Copping, durante un volo di trasferimento, perse l’orientamento e dopo essere rimasto a corto di carburante fu costretto ad un atterraggio di fortuna in pieno deserto, a centinaia di chilometri dalla civilizzazione. Da quel giorno di Copping e del suo aereo non si seppe piu’ nulla. Peraltro va fatto notare che nell’area del relitto fino ad ora non e’ stato rinvenuto alcun resto umano. Il quotidiano britannico Metro scrive a questo proposito:

When 24-year-old Flt Sgt Dennis Copping was forced to crash-land here in June 1942 he probably realised he stood no chance of survival. With only rudimentary equipment and no means of contacting the nearest settlement 320km (200 miles) away, he knew his final enemy would be the burning Saharan sun.

Speriamo che qualcuno muova le chiappe al piu’ presto e riporti nella patria di origine questo splendido esempio di archeologia aeronautica. E poi via con il meritato restauro!🙂

Nel frattempo godetevi queste splendide immagini. Ciauz!

NEWS! NEWS! NEWS! NEWS! NEWS! NEWS! NEWS!

25 Giugno 2012 – A quanto pare Jacub Perka non e’ stato il primo a ritrovare il relitto del P-40! Poco fa mi e’ arrivato un commento a questo post che riporto qui integralmente:

“Su http://www.qattara.it il report delle missioni di rilievo e di ritrovamento di ossa umane a 8km dal relitto.
Comunico che il ritrovamento del p40 è stato fatto dalle squadre di ricerca di ARIDO (www.arido.eu) il 12 febbraio 2012, ma non è stato pubblicato per l’accordo con le autorità egiziane. Il Sig. Perka lo ha trovato in marzo diffondendo la notizia con i conseguenti irreparabili danni.”

Invito dunque tutti i lettori a visitare la ricca ed esaustiva pagina web preparata dalla ARIDO (Associazione Ricercatori Indipendenti Deserto Occidentale). Fra l’altro hanno ricostruito la storia del Sergente Copping, includendo foto, mappe e quant’altro.

Qui l’URL principale dedicata al ritrovamento del Kittyhawk: http://www.qattara.it/60-173%20Kittyhawk.htm

Il PDF con la ricostruzione della storia del Sgt. Copping: http://www.qattara.it/Kittyhawk_files/Il_Pilota%5B1%5D.pdf

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

Photo: Jakub Perka

5 Risposte

  1. il pilota si è perso nel deserto? poveraccio! :((

    maggio 13, 2012 alle 10:57 am

  2. marco picciali

    caspita, vembra appena caduto! incredibile

    maggio 23, 2012 alle 1:33 pm

  3. su http://www.qattara.it il report delle missioni di rilievo e di ritrovamento di ossa umane a 8km dal relitto.
    co munico che il ritrovamento del p40 è stato fatto dalle squadre di ricerca di ARIDO (www.arido.eu) il 12 febbraio 2012, ma non è stato pubblicato per l’accordo con le autorità egiziane. Il sig perka lo ha trovato in marzo diffondendo la notizia con i conseguenti irreparabili danni

    giugno 25, 2012 alle 10:20 am

    • Aleks

      Grazie Daniele! Ho provveduto ad aggiungere una postilla alla pagina con link e tutto quanto. Siete dei grandi, davvero!🙂

      giugno 25, 2012 alle 12:11 pm

      • daniele

        grazie infinite

        giugno 25, 2012 alle 5:23 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...