L’atomica di Desert Storm…

Ho appena finito di vedere il servizio inchiesta di Rai News 24 dedicato alle scottanti rivelazioni di Jim Brown, un veterano dell’Operazione Desert Storm, il quale afferma che le forze delle Coalizione in Iraq avrebbero sganciato nei pressi di Basra un piccolo ordigno nucleare l’ultimo giorno di guerra (27 febbraio 1991).

Suddetto servizio e’ disponibile nella sua totale interezza al sequente URL:

http://www.rainews24.it/ran24/rainews24_2007/inchieste/08102008_bomba/video_ITA.asp

Ora, non so voi ma la faccenda mi puzza di bufala.

Secondo Brown l’aviazione statunitense avrebbe fatto uso di ordigni nucleari tattici con il solo scopo di lanciare un messaggio di avvertimento a Saddam Hussein, per comunicargli che non c’erano possibilita’ di vittoria; ipotesi alquanto deboluccia se consideriamo che contro l’Iraq di Saddam nelle sei precedenti settimane la coalizione aveva scatenato l’inferno, e che l’esercito iracheno aveva subito pesantissime perdite, sia in terra che in aria. A che pro, dunque, ricorrere all’atomica? I giochi ormai erano fatti.

Ma al di la delle considerazioni personali, mi hanno letteralmente scandalizzato alcuni passaggi dell’intervista a Mr. Brown. Passaggi che gettano discredito sulla veridicita’ di quanto affermato dall’ex-ingegnere dell’esercito USA. Per ora mi limito ad evidenziarne un paio:

Jim Brown: “L’uranio impoverito e non impoverito, entrambi mostrano una sorta di firma radioattiva che poteva permettere di confonderli l’uno con l’altro, di scambiarli l’uno con l’altro. Inoltre con l’uranio impoverito gli effetti immediati che vengono provocati sugli individui, sui palazzi e sui veicoli, imitano in qualche modo gli effetti che vengono provocati da una esplosione nucleare piu’ grande, come l’essicazione dei corpi, l’immediata distruzione delle strade, la perdita di sangue dagli occhi e dal naso. Le radiazioni rilasciate dai piccoli proiettili all’uranio impoverito sono anch’esse sempre presenti; ma se questi proiettili vengono usati ripetutamente, come ad esempio nelle mitragliatrici dell’aereo A-10, un proiettile dopo l’altro, uno dopo l’altro, provocano un forte impatto di radiazione, non solo nelle polveri che rilasciano, ma nelle radiazioni liberate dalle esplosioni dei proiettili.”

Giornalista:
“Poteva servire a coprire?”

Jim Brown: “Si, poteva coprire praticamente tutto quello che avveniva”

Ma come si fa ad affermare simili puttanate?

Qualche osservazione:

1) Le firme radioattive emesse dall’uranio arricchito per usi militari e dall’uranio impoverito (ovvero il prodotto di scarto della lavorazione dell’arricchimento dell’uranio) sono completamente differenti! E’ IMPOSSIBILE confonderle (vedi punti successivi);

2) L’uranio impoverito puo’ arrivare ad una percentuale di radioattivita’ inferiore fino al 50% rispetto all’uranio NATURALE (per oltre il 99% composto di U238, materiale fertile ma non fissile), figuriamoci se andiamo a compararlo con quello arricchito artificialmente e destinato agli armamenti nucleari (Weapons Grade Uranium);

3) L’uranio presente nelle armi nucleari, detto “altamente arricchito” (Highly Enriched Uranium), contiene infatti una percentuale di 235U (fissile) variabile fra l’85 e il 90%, mentre nell’uranio naturale questo valore scende allo 0,7%. Non per nulla l’uranio impoverito (noto anche come DU, o Depleted Uranium) viene definito materiale a bassa radioattivita’;

4) E’ piuttosto noto che l’impatto radiologico al momento dell’attacco attraverso munizionamento ad uranio impoverito e’ *estremamente* trascurabile se paragonato alle esplosioni e ai successivi incendi, causati ad esempio dalla detonazione delle munizioni di un carro armato colpito (che arriva a trasportare alcune decine di proietti di calibro in genere compreso fra 100 e 125mm). Inoltre quando un veicolo corazzato prende fuoco, bruciano anche molti altri materiali, come plastiche, gomme sintetiche, carburante, lubrificanti, vernici e altro ancora. Inutile menzionare il fatto che suddetti materiali rilasciano nell’aria pericolose sostanze tossiche.

5) L’uranio impoverito e’ un materiale INERTE (nel senso che non puo’ innescare alcuna reazione nucleare) che nel campo degli armamenti viene usato per via delle eccellenti caratteristiche di penetrazione delle corazze dei carri armati. Tali caratteristiche sono ottenibili grazie all’elevata densita’ del metallo in questione, agli effetti piroforici e alla forza cinetica sviluppata dal proiettile. In poche parole, checche’ ne dicano alcuni pennivendoli, durante l’impatto del proiettile o del sabot non si verifica alcuna fissione; per tal ragione le presunte bombe nucleari all’uranio impoverito sono frutto di pura fantasia. I problemi derivanti dall’impiego di munizionamento al DU hanno in verita’ piu’ a che fare con il fatto che si tratta di un metallo pesante, quindi tossico se viene inalato o ingerito.

La domanda sorge dunque spontanea: come diavolo farebbe l’uranio impoverito ad imitare gli effetti provocati da una esplosione nucleare?

E che dire della boutade dell’essicazione dei corpi?

Vedremo i prossimi sviluppi. Una cosa pero’ e’ certa: Attivissimo e Perle Complottiste ci andranno a nozze😉

Riguardo all’uranio impoverito, voglio infine segnalarvi l’ottimo articolo firmato da Ezio Bonsignore: “Uranio impoverito, il sonno della ragione genera mostri”

http://www.paginedidifesa.it/2007/bonsignore_071105.html

9 Risposte

  1. Leonardo

    Non ti stupire quelli di rainews24 le fabbricano su misura queste inchieste bufala ,questa estate ne fecero una sui mezzi in dotazione all’e.i con tanto di fantomatici ex dipendenti iveco e oto-melara che cantavano come usignoli sui difetti strutturali .
    Peccato che non coincideva nulla .

    ottobre 12, 2008 alle 9:13 pm

  2. crowhead

    Io piu’ che altro mi chiedo: costava tanto ai signori di RaiNews24 far notare al pubblico le palesi corbellerie di Mr. Brown da me evidenziate? A quanto pare si.

    ottobre 12, 2008 alle 9:39 pm

  3. Albion of Avalon

    Alek hanno una agenda politica. Nulla di male se non fosse che sono pagati da tutti noi con i soldi del canone.

    ottobre 12, 2008 alle 9:44 pm

  4. crowhead

    Puo’ essere come dici e nel caso non sarebbe nemmeno la prima volta. La cosa paradossale e’ che ci sara’ gente pronta a bersi simili dichiarazioni. Gli stessi individui che magari accusano gli altri di essere vittime della disinformazione dei media mainstream. Come ho gia’ detto: vedremo i prossimi sviluppi.

    ottobre 12, 2008 alle 9:49 pm

  5. baroon

    tanto la rai è lottizzata evidentemente rainews è la parte della sinistra complottista

    ottobre 12, 2008 alle 9:50 pm

  6. ehhh…
    già su siti di sinistra si parlava di grande scoop….
    c’è da dire che quello che lo dicevano sembravano dei ragazzini sedicenni analfabeti…

    ottobre 13, 2008 alle 7:48 am

  7. Albion of Avalon

    Rainews non è nuova a questi “scoop”.
    Ricordiamo la bufala sul fosforo bianco.
    Una bufala condita da foto ritoccate, C-130 che lanciano flare spacciati per micidiali bombardieri che lanciavano armi al fosforo bianco su inermi civili, cadaveri in normale decomposizione che vennero spacciati per morti in seguito alle ustioni. C’erano pure medici iraqeni che giuravano di non aver mai visto quel genere di ferite.
    Poi abbiamo tutta la montatura sulla battaglia dei ponti. Un altra bufala servita su un letto di lattuga e contorno di pomodori si san marzano che ha causato danni a non finire a tante persone.
    A breve scopriranno che i brutti “ienchi”cit. hanno usato una bomba a neutroni per ammorbidire le difese dell’aeroporto di Bagdad:

    http://antivirus19padova.splinder.com/post/12395918/Gli+Stati+Uniti+hanno+usato+la

    http://agnapoli.forumcommunity.net/?t=6827587

    Quindi attendiamo futuri sviluppi e meditiamo tutti su come vengono scialacquati i nostri dindi.

    ottobre 14, 2008 alle 3:14 pm

  8. Leonardo

    Si per non parlare della panzana delle scie chimiche una delle più grosse montature di questo secolo .
    Qualsiasi cosa voli per loro, anche gli elicotteri dei vigili del fuoco ,rilascina scie chimiche a cosa servano poi non lo so .

    ottobre 14, 2008 alle 10:48 pm

  9. crowhead

    Oggesu’, e’ vero, anche quelle dannate scie chimiche. Alcune delle cose piu’ assurde e cretine le ho lette proprio nei siti e nei blog dedicati alle chemitrails.

    A cosa servono? A vendere libri, dvd e altro ancora ai gonzi facilmente impressionabili. Del resto, quella del cospirazionismo e’ un’industria in continua espansione. Se non avessi disprezzo per i cialtroni vendifumo potrei anche pensare di mettermi in affari🙂

    Fra l’altro non c’e’ un cazzo di divertente nel perdere tempo dietro alle scie chimiche… posso capire UFO, omini verdi, i misteri dell’universo e cosi’ via, ma le scie chimiche?! Andiamo!

    Comunque in fin dei conti ognuno si sollazza a suo modo, quindi facciano un po’ loro. Live and let live. Un giorno magari si risvegliano scoprendo che era meglio correre con il cazzo al vento per le vie del centro cantando a squarciagola canzoni dei Dropkick Murphys.

    -Aleks

    ottobre 15, 2008 alle 12:13 am

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...